La popo­lazione can­i­na esam­i­na­ta, fat­ta di maschi e fem­mine di diverse età, ha evi­den­zi­a­to un’apprezzabile omo­geneità nelle prin­ci­pali pro­porzioni mor­fo­logiche.

Il Cane delle Alpi Apuane è un meso­mor­fo di aspet­to lupoide e taglia medio/grande in entram­bi i ses­si. Essendo prin­ci­pal­mente un trot­ta­tore come tut­ti i con­dut­tori del gregge, ha una costruzione che tende al ret­tan­go­lo (indica­ti­va­mente la lunghez­za eccede l’altezza di cir­ca il 5%) con la spal­la e la cos­cia sul­la stes­sa lin­ea. La coda è di media lunghez­za, non molto grossa se non all’attaccatura, gen­eral­mente por­ta­ta alle­gra in movi­men­to. Nel suo insieme il cane dà un idea di grande ener­gia e robustez­za.

Il muso è piut­tosto affi­la­to ma mai ecces­si­va­mente lun­go, lo stop gen­eral­mente sfuggente. La chiusura dei den­ti è a for­bice o a tenaglia.

Le orec­chie, di media lunghez­za e di for­ma tri­an­go­lare, sono erette e ben aperte, dall’attaccatura bas­sa. Gli occhi nor­mal­mente sono di col­ore ambra o noc­ci­o­la, ma si pos­sono trovare anche due col­ori dei quali uno azzur­ro o gaz­zuo­lo, o tut­ti e due azzur­ri, nei sogget­ti mer­le.

Il pelo è ruvi­do al tat­to, con sot­tope­lo molto fit­to che lo pro­tegge dalle intem­perie. La mag­gior parte dei sogget­ti sono pez­za­ti e/o focati, con un col­ore di fon­do dom­i­nante. Nor­mal­mente sono inserite molte mac­chie pic­cole o gran­di, spes­so più scure del­lo sfon­do stes­so. Per quan­to riguar­da il col­ore di fon­do preval­go­no il gri­gio piom­bo, gri­gio argen­to, ful­vo chiaro (ross­ic­cio) o mac­u­la­to. Le pez­za­ture sono gen­eral­mente nere, blu, gri­gio scuro, gri­gio argen­to. È inoltre abbas­tan­za dif­fu­so il col­ore nero inte­grale. Nei sogget­ti mer­le non è desider­abile un’elevata per­centuale di col­ore bian­co.

CLUB ITALIANO CANE DELLE ALPI APUANE | Via del Giaggiolo, 1 | 57124 - Livorno C.F. 93267720238