Il Cane da pas­tore delle Alpi Apuane (comune­mente defini­to anche, più sem­plice­mente: “pas­tore apuano”, ma anche “lupino apuano”, “lupo luni­gianese” e “pas­tore nos­trale”) è da sem­pre pre­sente nei ter­ri­tori dell’alta Toscana e del­la Lig­uria e da sem­pre viene imp­ie­ga­to nel lavoro con le razze ovine e caprine anch’esse autoc­tone (pecore Zerasche, Mass­esi, Pietrasan­tine, Panine, Pon­tremole­si, Vagline, Barghi­giane, For­ne­si, oltre alle Cor­nelle e Pavulle­si del ver­sante emil­iano e alle capre Apuane e Garfag­nine).

Dalle ricerche con­dotte da Vit­tori­no Meneghet­ti emerge come il Cane delle Alpi Apuane, al pari delle altre razze di cani con­dut­tori pre­sen­ti lun­go l’Arco Alpino (dal Piemonte al Trivene­to), dis­cende diret­ta­mente dal Pas­tore delle Alpi, del quale tro­vi­amo tes­ti­mo­ni­anze nei graf­fi­ti dei Camu­ni, sulle Alpi dell’alta Lom­bar­dia.

CLUB ITALIANO CANE DELLE ALPI APUANE | Via del Giaggiolo, 1 | 57124 - Livorno C.F. 93267720238